RESTA IN CONTATTO

Sibongile

25/03/2018
17.948 Miglia
Emirates
Harare, Zimbabwe
2.238€
Harare - Bologna
S. Orsola Malpighi
Caritas Diocesana di Rimini

Sibongile abita ad Harare con mamma Chengetai, papà Anytime e 3 fratellini. Né la mamma né il marito lavorano. Chengetai ha scoperto che la figlia era ammalata ad un anno dalla sua nascita.

La partenza di Sibongile

È la prima volta che prende un aereo, È stato un viaggio molto complicato in quanto la bambina poco prima di partire ha iniziato a presentare dei livelli di saturazione molto bassi, i medici dicono che oscillava tra la vita e la morte e partire era praticamente impossibile oltre che molto rischioso, è stato infatti detto alla mamma che sarebbe stato necessario ricoverare la figlia ad Harare, ma lei sapeva che ricoverarla lì significava che sarebbe morta e consapevole di questo ha deciso che avrebbe preferito rischiare e tentare di portare la figlia in Italia nonostante sapesse che sarebbe comunque potuta morire durante il viaggio o una volta arrivata. Quasi per miracolo poi i livelli di saturazione piano piano sono incominciati a salire e malgrado fossero comunque sotto la soglia “normale” il dott. Bronzetti ha deciso di partire e di prendersi questa responsabilità. Appena arrivata a Dubai Sibongile è subito stata portata all’ ospedale e ha trascorso lì, con la mamma ed il dottore, tutto il tempo dello scalo

L'Intervento

Appena atterrati a Bologna vi era un’autoambulanza ad aspettarla ed è stata trasportata e poi operata d’ urgenza all’ ospedale di Bologna il 26 Marzo e successivamente è stata ricoverata lì per 10 giorni. Durante la sua permanenza in Italia è stata ospitata in Caritas a Rimini. L’ operazione è andata bene ed il giorno 03/05/2017 ha fatto l’ultimo controllo ed è tornata in Zimbabwe.

Dube verso l'aereoporto Dube dopo desatrazione a 30Sibongile  in Africa