RESTA IN CONTATTO

News

04 nov 2018

#salvALI dona al 45580

Dal 4 al 19 novembre dona con un sms o una chiamata da rete fissa al 45580
per garantire il trasporto aereo di bambini gravemente malati

Il 4 novembre parte #salvALI: la campagna a sostegno del Fondo Emergenza Voli, grazie al quale la Fondazione assicura tempestivamente il trasporto aereo di bambini gravemente malati, che non possono essere curati nel loro paese e di equipe mediche che partono per missioni chirurgiche nei paesi in via di sviluppo.

La campagna, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, andrà in onda su La7 e su Primocanale dal 4 al 10 novembre e dal 10 al 19 novembre sarà all’interno degli aeroporti italiani grazie al patrocinio di Assaeroporti ed ENAC. Alitalia, quale partner dell’iniziativa, garantirà il trasporto di alcuni dei piccoli pazienti.

Anche la Federazione Italiana Rugby, insieme a tutti i tifosi della Nazionale, supporterà la campagna in occasione del Cattolica test match tra Italia e Georgia, previsto per il 10 novembre a Firenze.

Testimonial della campagna è Daniel, un bambino nigeriano di 18 mesi che nella primavera di quest’anno ha volato fino a Genova per essere sottoposto a una delicatissima operazione al cuore presso il Gaslini. Daniel, che è arrivato insieme alla sua mamma, dopo un periodo post-operatorio, è finalmente guarito ed è rientrato nel suo paese.

Questo intervento è stato realizzato grazie al Fondo Emergenza Voli di Flying Angels, sostenuto quotidianamente dalla generosità di molte persone e aziende in tutta Italia.

Per sostenere Il Fondo Emergenza Voli è possibile, dal 4 novembre al 19 novembre, inviare un SMS al numero solidale 45580 del valore di 2 euro da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, iliad, CoopVoce e Tiscali; di 5 euro chiamando da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile; e di 2 e 5 euro chiamando da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

Copia di cartello_sms

Sostenere il Fondo emergenza Voli è possibile anche tramite:

  • –  Paypal: dalla pagina DONA ORA su www.flyingangelsfoundation.org
  • –  bonifico, esente da commissioni, mediante QUI UBI o QUI UBI Affari per i clienti UBI Bancatramite la funzione Bonifico Solidarietà dell’internet banking e, anche per i non clienti, agli sportelli delle Filiali UBI Banca sul conto corrente di Flying Angels Foundation – IBAN IT94M0311101401000000030842 sempre esente da commissioni.

    “Ci sono bambini gravemente malati che hanno disperato bisogno di cure – afferma Francesco Maria Greco, Presidente di Flying Angels – è necessario pertanto intervenire sempre con tempestività. Un volo aereo è per loro l’unica speranza.
    Grazie al Fondo Emergenza Voli abbiamo potuto garantire a Daniel e garantiremo a tanti altri bambini un trasferimento aereo immediato per ricevere le cure necessarie.

    Flying Angels è la onlus che – offrendo il trasporto aereo – aiuta altre onlus, le quali ci segnalano i

    FLYING ANGELS FOUNDATION ONLUS Via San Luca 2, 16124 Genova ph: +39 010 0983277 info@flyingangelsonlus.org Codice Fiscale: 95157820101 www.flyingangelsonlus.org

     

“Ci sono bambini gravemente malati che hanno disperato bisogno di cure – afferma Francesco Maria Greco, Presidente di Flying Angels – è necessario pertanto intervenire sempre con tempestività. Un volo aereo è per loro l’unica speranza.

Grazie al Fondo Emergenza Voli abbiamo potuto garantire a Daniel e garantiremo a tanti altri bambini un trasferimento aereo immediato per ricevere le cure necessarie.

Flying Angels è la onlus che – offrendo il trasporto aereo – aiuta altre onlus, le quali ci segnalano i casi dei bambini bisognosi di cure. Oltre a fornire nel più breve tempo possibile il trasferimento aereo, assistiamo le altre onlus predisponendo la documentazione necessaria per il rilascio dei visti e aprendo i contatti con le Ambasciate italiane nel mondo.”

Testimonianza della mamma di Daniel: “Grazie a Flying Angels con tutto il cuore per averci aiutato. Nel nostro Paese nessun medico avrebbe potuto operare la grave cardiopatia di cui soffriva dalla nascita il mio bambino, ma grazie a voi e a tutti quelli che ci hanno aiutato Daniel ora è guarito”.

L’ENAC ha voluto essere partecipe di questa meritoria iniziativa per fornire un contributo al diritto alle cure e alla salute che dovrebbero essere garantiti a tutti – ha dichiarato Alessio Quaranta, Direttore Generale di ENAC – L’ENAC ha concesso il proprio patrocinio e aderisce alla campagna #salvALI, mettendo anche a disposizione i propri principali canali di comunicazione tra cui il portale e i totem presenti negli aeroporti.

Vogliamo essere vicini alle esigenze dei bambini affetti da gravi patologie con il nostro sostegno a questo lodevole progetto della Flying Angels Foundation a favore dei più deboli. Mi auguro nella fattiva collaborazione e nella solidarietà di ognuno di noi e, in particolar modo, del mondo aeroportuale, sempre così sensibile ai temi della solidarietà. Ogni singola donazione contribuisce a garantire la tempestività dei trasferimenti per scopi medici dei piccoli malati, come solo l’aereo può fare”.

Valentina Lener, Direttore Generale di Assaeroporti, l’Associazione Italiana Gestori Aeroporti, commenta positivamente il progetto: “Siamo orgogliosi di poter contribuire a questa ammirevole iniziativa insieme agli aeroporti associati che hanno aderito numerosissimi alla campagna di sensibilizzazione #salvALI, garantendone la diffusione su tutto il territorio nazionale.

L’invito ad effettuare una donazione alla Flying Angels Foundation verrà diffuso attraverso i canali di comunicazione di Assaeroporti e di oltre trenta scali italiani. In particolare, ringraziamo gli aeroporti di Alghero, Bari, Bergamo, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Crotone, Cuneo, Firenze, Foggia, Genova, Lamezia Terme, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Palermo, Perugia, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Rimini, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Taranto, Torino, Trapani, Trieste, Venezia e Verona. Ci auguriamo che la nostra collaborazione possa sensibilizzare i passeggeri, le comunità aeroportuali e in generale il grande pubblico affinché un numero sempre maggiore di bambini bisognosi di cure salvavita sia tempestivamente aiutato grazie al Fondo Emergenza Voli di Flying Angels”.